homepage bacheca, amici e ora... su di me pagina free scrivimi - mail 1 mi hanno scritto 1 Ezio Santiago2008 2 Ezio Santiago2008 3 Ezio Santiago2008 4 Ezio Santiago2008 5 Ezio Santiago2008 6 Ezio Santiago2008 7 Ezio Santiago2008 8 Ezio Santiago2008 1 diario Santiago2007 2 diario Santiago2007 3 diario Santiago2007 4 diario Santiago2007 5 diario Santiago2007 6 diario Santiago2007 7 diario Santiago2007 8 diario Santiago2007 pg 1 su di me pg 2 su di me pg 1 visiva 1 Bangla 2010 2 Bangla 2010 3 Bangla 2010 4 Bangla 2010 5 Bangla 2010 6 Bangla 2010 7 Bangla 2010 8 bangla video 2010 1 camm.nord 2009 1 bangla 2011 2 bangla 2011 3 bangla 2011 4 bangla 2011 5 bangla video 2011 

2 Bangla 2010

stralci dal cammino... in Bangladesh...

Cristiano: Emanuela ha scritto: Perchè per noi il mangiare, bere un bicchiere d'acqua, allacciarci le scarpe sono cose scontate, ci stiamo dimenticando che un sorriso un abbraccio, un silenzio, possono darci molto di più ed è questo che loro ci regalano...Non aggiungo altro... ha già detto tutto la ManuCol cuore sono con te Ezio... so bene quali emozioni stai provando...Un abbraccio. Cristiano

Antonio Donatelli:Caro Ezio, il tuo nuovo cammino ci riporta alla realtà che spesso facciamo fatica, anche solo ad immaginare.Per tante persone questo è il loro cammino. E noi a volte la mancanza di qualcosa ci rende intrattabili ...!!A volte faccio fatica ad accettare di vivere con tutto questo supefluo. Ti abbraccio e questo se puoi trasmettilo a quei bambini soli.Ti ringrazio, Antonio

Nora e Alberto:Grazie Ezio,il tuo racconto è stato utilissimo per un momento di riflessione.....grazie per quello che fai, continua a raccontarcibuon camminoSilvana:Grazie Ezio.Ti dico solo grazie e ti mando un enorme abbraccio.Nazario:dona ha scritto:Sono qui, leggo, mentre mangio pigramente il mio latte coi cereali... e mi sento veramente uno schifo...Dona forte della stima che nutro per te mi sento di bisbigliarti ...

non è così che devi sentirti ... non hai colpe specifiche ... non abbiamo colpe specificheNoi viviamo in un altro contesto però abbiamo uno strumento per essere solidali anche lontani miglia e miglia da quella realtà ... amando il nostro prossimo ... sorridendo al nostro prossimo ... essendo generosi con il nostro prossimo ... essendo tolleranti con il nostro prossimo ... essendo caritatevoli con il nostro prossimo ......Così facendo seppur nelle difficoltà del nostro quotidiano possiamo contribuire a rendere migliore questo nostro mondo sempre meno tondo ... Grazie a Cristiano ieri ... Grazie a Ezio oggi ... e chissà Grazie a chi domani ... a un altro di noi tra di loro ... insieme a loro

Ezio:20 febbraio 2010Stamane in missione, una donna indu ha partorito, purtroppo il bimbo non e’ sopravvissuto. Come vuole il rito indu, il bimbo e’ stato posto in una piccola zattera e il fiume l’ha portato via. La donna e’ ritornata sulla sua capanna riprendendo la vita di tutti i giorni, essendo donna non ha diritto di star male.Ho l’impressione che in questo sud del Bangla anche la natura si e’ messa contro, non ci sono pietre, sassi, non c’e’ erba, gli animali mangiano paglia di riso, forniscono solo mezzo bicchiere di latte al giorno e fra poco iniziano le piogge.Gli ospiti e collaboratori della Rishilpi appartengono a varie religioni: mussulmani, indu, cristiani che assieme ai Rishi operano, collaborano senza alcuna discriminazione. Non e’ questo un miracolo?Ho conosciuto Pinocchio, bimbo portato che aveva 1 anno, abbandonato dalla madre, le condizioni erano critiche, estreme, gli arti bloccati come un unico pezzo di legno (da qui il nome Pinocchio). Ora con le varie cure e riabilitazione riesce a muoversi. Quando mi vede viene incontro: "My name pinocchio e tu?”Ho conosciuto Ashie, ora adulto e lavora qui alla Rishilpi. Dalla sua sedia a rotelle in italiano chiede: “La neve come e’ fatta? E’ fredda?” Mi confida il suo sogno: “vedere una montagna, vedere il mare, guardare le onde e sognare...”Ogni giorno storie diverse.Domani andro’ nei villaggi a trovare bimbi adottati da me e dai miei amici e domani .... il dono delle lacrime ....Dal Bangladesh sentiero assolato e senza fine. (oggi in Italia e’ rientrato Massimo. Ciao Massimo!!!!).

Cristiano:Ezio ha scritto:20 febbraio 2010....e domani .... il dono delle lacrime.... Che è un grandissimo dono, carissimo Ezio... Le tue sensazioni sono le mie... Non vedo l'ora di rivederti per parlarne... Un abbraccio. CristianoFrancisca:Caro Ezio Grazie per quello che fai.Lo so, è banale dirti queste parole ma davvero di fronte alle tue le altre perdono molto di significato.Sei una persona forte e coraggiosa. Un abbraccio

Roberta:Ciao babbo!!! Dai un abbraccio per noi ai nostri fratellini adottati e anche a tutti quei poveri bambini che immagino per loro un abbraccio è tanto tantissimo ...Zena:Pensare alla nostra vita confortevole in un contesto come quello descritto da Ezio fa stare male.Quante volte abbiamo invidiato chi ha una casa o un vestito o una macchina più bella..come siamo tutti egoisti!Grazie Ezio per questa lezione di umiltà e grazie per quello che fai.

indietro

2/7 segue

Uzzal e Ashie





clicca sui petali





Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.