homepage bacheca, amici e ora... su di me pagina free scrivimi - mail 1 mi hanno scritto 1 Ezio Santiago2008 2 Ezio Santiago2008 3 Ezio Santiago2008 4 Ezio Santiago2008 5 Ezio Santiago2008 6 Ezio Santiago2008 7 Ezio Santiago2008 8 Ezio Santiago2008 1 diario Santiago2007 2 diario Santiago2007 3 diario Santiago2007 4 diario Santiago2007 5 diario Santiago2007 6 diario Santiago2007 7 diario Santiago2007 8 diario Santiago2007 pg 1 su di me pg 2 su di me pg 1 visiva 1 Bangla 2010 2 Bangla 2010 3 Bangla 2010 4 Bangla 2010 5 Bangla 2010 6 Bangla 2010 7 Bangla 2010 8 bangla video 2010 1 camm.nord 2009 1 bangla 2011 2 bangla 2011 3 bangla 2011 4 bangla 2011 5 bangla video 2011 

5 Ezio Santiago2008

di giuseppe50 il 6 ago 2008, 0:12 bello bello bello un cammino ... di famiglia grazie giuseppebuen camino, ultreya

di Roberta il 6 ago 2008, 18:58 Ciao babbo,Buona salita per domani!!!! Arrampica, arrampica !!!!

di sylvie il 6 ago 2008, 19:35 Ciao Ezio, è bellissimo seguire te e i tuoi familiari (o famigliari?)!Buon cammino, Sylvie

Ezio il 6 ago 2008, 19:39 Lasciato San Nicolas il percorso prosegue attraversando piccoli paesi rurali e ancora infinite mesetas. Dopo El Burgo Ranero una ulteriore piana, poi il paesaggio comincia a mutarsi e diventa collinoso e l’animo si fa’ piu’ sereno.Guardando bene dall’Alto del Portillo sembra di vedere la punta di una cattedrale (Leon?). Ancora pochi km e siamo immersi nella kermesse cittadina. Anche qui come a Burgos e dopo ad Astorga sono spaesato, tanti turisti, negozi, souvenir …. e i Pellegrini? Si ricomincia con le distese, forse piu’ morbide, il panamo mi accompagna, e qui ritrovo me stesso sino a giungere a Astorga dove il Palacio Episcopal, superbo, colpisce la fantasia e l’animo.

Lasciate le mesetas alle spallelentamente l’uomo vecchio rinasce dalla morteil passaggio inizia con fatica.L’anima reclama il dolore.Il Puente Castro sul rio Torioconduce il pellegrino alla Cattedrale di Leon.L’anima reclama il dolore.E ancora oltre il vento i Montesl’anima reclama il dolore.E ancora l’altura de Santo Toribio e lontana Astorga ti accoglie.L’anima reclama il doloreinseguendo l’ombra per riflettere.

di Edo il 7 ago 2008, 7:54 Ezio hai tutti che ti sostengono alla grande .....Mi sembra di vederli a casa mentre spostano sulla cartina le puntine colorate .... Buon Cammino Edo

Ezio il 8 ago 2008, 17:56 8-08E dietro l'ultima curva, eccolo alto e proteso verso il cielo un lungo palo con in cima la piccola croce di ferro. Da piu' di mille anni attende, ascolta il nostro passaggio.Penso che sia uno dei momenti piu' suggestivi del cammino. E' impossibile non commuoversi difronte a questa umile croce. Alla base la montagna di pietre e' sempre piu' alta, la mia lasciata l'anno scorso e' sicuramente sotto questo silenzio protetta non dal templare ma da lei: La Cruz de Hierro. Poco piu' avanti Manjarin con una singolare insegna ci indica che mancano 5000 km per Gerusalemme, 2475 per Roma e 222 per Santiago. Infine si arriva a Ponferrada, con il grande castello, e piace immaginarlo ancora abitato dai templari.Un altro giorno e' trascorso e a Villafranca del Bierzo ci si riposa sotto la Puerta del Perdon.Nel buio il vento trasporta nubi e nebbiaalzando polvere attorno alla Cruz de Hierro.La pietra del 2007 e' qui, sotto, ti ascolta,libera l'angoscia pellegrinaper dare spazio alla liberazione dell'anima.L'uomo vecchio e' definitivamente morto,il sangue della rinascita inizia il suo corso,scivola sul palo levigando nebbia e polvere.Riparti, ti fermi e guardi dietro,torni ancora indietro,e poi riprendi, a malincuore, la via Lattea.

di Franco maia il 8 ago 2008, 18:41 Se ognuna di quelle pietre è un intenzione, un voto, o un semplice grazie, la Cruz de Hierro èun concentrato di bene collettivo, una scarica verso l'alto di energia, da annoverare sicuramente tra i patrimoni dell'umanità.....altro che piramidi Ezio, buon CamminoFrancodi Edo il 8 ago 2008, 18:59 "Io credo che le pietre respirino solo non riusciamo a percepirlo con le nostre brevi vite .. " (Capo Frak - Sioux Lakota) La cruz de hiero è veramente il posto dove le pietre respirano e ognuno di quei sassi grandi o piccoli che siano ha una storia ...Buen camino Ezio Edodi sandro il 9 ago 2008, 17:01 Ciao Cognato!. Dopo un terribile temporale sono riuscito a ricollegarmi in rete e quindi a seguire passo passo il tuo "infinito" pellegrinaggio.Ho ricevuto il messaggio dei 500 Km e sono (siamo) con te...sempre!Un caro abbraccio e un bacio particolare da Pia.Ciao a presto Sandro e Pia

5/8 segue

indietro





clicca sui petali





Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.