homepage bacheca, amici e ora... su di me pagina free scrivimi - mail 1 mi hanno scritto 1 Ezio Santiago2008 2 Ezio Santiago2008 3 Ezio Santiago2008 4 Ezio Santiago2008 5 Ezio Santiago2008 6 Ezio Santiago2008 7 Ezio Santiago2008 8 Ezio Santiago2008 1 diario Santiago2007 2 diario Santiago2007 3 diario Santiago2007 4 diario Santiago2007 5 diario Santiago2007 6 diario Santiago2007 7 diario Santiago2007 8 diario Santiago2007 pg 1 su di me pg 2 su di me pg 1 visiva 1 Bangla 2010 2 Bangla 2010 3 Bangla 2010 4 Bangla 2010 5 Bangla 2010 6 Bangla 2010 7 Bangla 2010 8 bangla video 2010 1 camm.nord 2009 1 bangla 2011 2 bangla 2011 3 bangla 2011 4 bangla 2011 5 bangla video 2011 

7 Ezio Santiago2008

Ezio il 16 ago 2008, 16:06 15-16-08La meta e’ raggiunta. Non si puo’ descrivere l’animo a Santiago. Bisogna viverlo, tutto e’ unico: entrare dal Portico della Gloria, l’abbraccio a San Giacomo, la tomba, ricordare tutti anche quelli virtuali, il Botafumeiro e poi la piazza: tanti salutano, mi abbracciano. Dove li ho incontrati? Dove li ho visti?E’ difficile descrivere le emozioni di questo giorno e non posso neanche ricordare tramite le foto. Sicuramente era gia’ scritto; i ricordi e le immagini saranno solo nella mia mente.I prossimi giorni Muxia e Finsterre e saranno giorni di bilancio e riflessione.

di freespirit il 16 ago 2008, 16:27 Bene arrivato infine alla tua meta, pellegrino...........ma sappiamo che la meta non era l'austera Cattedrale.Quello, è l'inizio. Grazie per averci offerto il tuo Cammino, è stato per molti di noi come tornarci.Ultreya.di Lalla il 20 ago 2008, 8:30 non solo mi hai emozionato ma mi stai dando una carica grandissima proprio in vista della mia partenza per Santiago perchè mille dubbi e mille paure si stanno affacciando al mio cuore anche se so che entrambi, molto probabilmente, si scioglieranno come neve al sole non appena sarò in Cammino.Grazie di cuore

Se hai macinato tanti kilometriil ribelle non e’ piu’ tale:e’ uno che si sta piegando(*).Ascolta, lontano, i fuochi d’artificioannunciano la liberta’ della mente,ora il sangue scorre calmo,la fatica non esiste solo formiche si rincorrono, si abbracciano nella Piazza dell’Obradoiro.Dentro, nelle vene, un rollio di tamburoaccompagna il passaggio al Portico della Gloriae solo con il mio giglio parlo a San Giacomo di tutti voi.Sorride e ringrazia.(*) Uno dei tanti messaggi di Don Piero.

di Sardina il 16 ago 2008, 22:44 freespirit ha scritto: Grazie per averci offerto il tuo Cammino, è stato per molti di noi come tornarci.Confermo quello che ha scritto Free, grazie per averci offerto il tuo Cammino, ma aggiungo, per quel che mi riguarda: non è stato solo come tornarci, è stato, per me, rimettermi in discussione e ripensando al mio cammino, ai miei cammini, domandarmi se hanno fatto di me una donna migliore.Ho ancora tanta strada da fare, e non parlo di scarponi, ma credo che.... sì, forse sono diventata migliore, forse arrivare a Santiago dopo tanto camminare è stato davvero l'inizio. Fare i cammini è faticoso per motivi fisici ma sopratutto per il continuo impercettibile inconscio scavarsi dentro. Il dopo è ancora più faticoso perchè devi mettere in pratica e vivere il cammino della tua vita riportando nel quotidiano la ricchezza che ti ha accompagnato per km e km. Ma essere migliori è almeno tentare di essere pellegrini ogni giorno.Forse non sono capace di spiegarmi. Scusate.

7/8 segue

indietro





clicca sui petali





Per poter visualizzare tutti i contenuti è necessario avere la versione attuale di Adobe Flash Player.